iForexFacile

Il portale dedicato a chi non si limita a SAPERE ma tende a CAPIRE…

   

Critica alla Teoria Moderna della Moneta (parte seconda)

Tag icon

Published under Banche, Economia e dintorni

Clock icon

01 Ottobre 2012

Comments icon

2 comments

Nel precedente post abbiamo iniziato il cammino per una critica alla MMT da parte di P.Murphy, che con la sua storia di Crusoe ha ben spiegato e falsificato la storiella che senza lo Stato il cittadino non può avere un risparmio netto.

In quest’altra critica invece, tratta dal pioneristico Seeking Alpha, scritto da Mercenary Trader; il testo è stato tradotto da Johnny Cloaca.

Come preannunciato nell’altro post, allacciatevi le cinture gente, la strada è lunga e tortuosa….

E’ tempo di dare il colpo di grazia alla Teoria Monetaria Moderna (o MMT in breve).

Per essere franchi, la MMT è fatalmente difettosa, e qualcuno deve affrontare quei difetti di petto. (Questa è la conclusione di chi scrive dopo le indagini negli ultimi mesi.)

In qualche modo i neo-sostenitori della MMT sono i neo-canalizzatori di Dick “i deficit non contano” Cheney. (Citazione completa: “Reagan ci ha insegnato che i deficit non contano.”)

In realtà, quello che Reagan ci ha insegnato è che i deficit non devono preoccupare per lunghi periodi di tempo. Ma poi, all’improvviso, possono iniziare a far preoccupare molto.

Ma ci arriveremo… il punto è che i sostenitori della MMT pensano che le preoccupazioni per i deficit sono sciocchezze. In realtà, essi non vedono molti motivi per preoccuparsi affatto! Hanno torto marcio, come vedremo…

Da quello che posso dire, Cullen Roche è il difensore più aperto ed onnipresente della MMT sul web (accanto a lui Waren Mosler stesso). Visto che lui è così indelebilmente associato alla MMT, voglio sottolineare che le mie critiche taglienti sono dirette alla teoria, e non al signor Roche.

Inizieremo con un pò di dovuta diligenza… poi passeremo alle critiche schiette alla MMT… quindi offriremo un’alternativa visuale-grafica, chiudendo con un riassunto.

La Dovuta Diligenza

Prima di tirare fuori le mazze da baseball, è giusto lasciare che i difensori della MMT parlino con parole proprie. Per questo motivo, vi consiglio il seguente riferimento:

Understanding the Modern Monetary System. Questa è la descrizione integrale della MMT come descritto sul sito PragCap, con un mix di commenti di Cullen Roche e Warren Mosler.

Mandatory Readings — Moslereconomics.com. Selezioni da Warren Mosler, lo schietto senatore e padre della MMT.

La Grande Affermazione

La grande affermazione della MMT è che il governo degli Stati Uniti si sta auto-finanziando. (Vedi il box a destra).

Secondo la MMT,

  • Il governo non ha bisogno di emettere bond per raccogliere denaro.
  • Il governo non ha bisogno di tassare per raccogliere fondi.
  • Entrambe queste azioni (emissione di bond ed aumento delle tasse) sono semplicemente delle politiche di controllo, come gli idraulici che regolano la pressione e le leve su una caldaia.

Per questo motivo, aggiungono i sostenitori della MMT, il governo degli Stati Uniti non potrà mai essere a corto di soldi. Come? Il denaro che lo Zio Sam spende non proviene da bond o tasse. Li spende semplicemente.

Come Cullen Roche dice: “[Il governo] finanzia nuove spese dicendo a uomini e donne di andare in una stanza e modificare qua e là i numeri in un computer.”

Suona pazzesco? Invece no – ha perfettamente senso.

Che ci crediate o no, questa non è la parte in cui la MMT è fatalmente fallace. Hanno ragione quando dicono che il governo si sta auto-finanziando. Hanno anche ragione quando dicono che il governo non potrà mai “essere a corto di soldi.” (I disaccordi – quelle grandi – si trovano in altre aree.)

Come sostiene la MMT, il governo potrebbe tecnicamente finanziare sé stesso senza emettere bond o alzare le tasse. Potrebbe semplicemente spendere quello che ha bisogno di spendere.

In questo sistema, il costo degli sprechi del governo scaturirebbero sotto forma di inflazione. Nella misura in cui il governo diluirebbe improduttivamente l’offerta di denaro, sarebbe poco diverso dal regime della Corea del Nord che fa circolare vagonate di “super banconote” da $100.

Ma ecco la cosa divertente. Questa grande affermazione della MMT – Il governo non potrà mai essere a corto di soldi! Il governo si può auto-finanziare! – non è in realtà un punto molto importante nello schema più ampio delle cose.

Alla fine della giornata, la “strabiliante rivoluzione” della MMT è semplicemente una constatazione tecnica che lo Zio Sam ha una stampante… che lo Zio Sam può usare la stampante quando voglia… e che, pertanto, lo Zio Sam può sempre ripagare i debiti emessi attraverso il suo corso legale.

Al che diciamo: “Ah, sì?”

Monopoli contro Cluedo

“Beh,” dicono i sostenitori della MMT, “il fatto che il governo si auto-finanzia – e potrebbe tecnicamente finanziare sé stesso senza bond o tasse – significa che preoccuparsi dei deficit è stupido! I deficit non hanno importanza! ”

Ed è qui che i sostenitori della MMT spengono il cervello.

Contrariamente a quanto sostiene la MMT, i deficit hanno ancora importanza, anche in un regime dove il governo degli Stati Uniti non può tecnicamente andare in default.

La mancanza di un default tecnico non esclude DE FACTO il default, o un degrado simile ad un default per gradi incrementali, in quanto gli investitori cambiano le loro preferenze degli asset nel corso del tempo.

Per capire perché, si consideri il gioco del Monopoli. Ai sostenitori della MMT piace sottolineare che “il banchiere nel Monopoli non può mai rimanere a corto di soldi.” E questo è più o meno vero! Abbiamo felicemente ammesso questo punto.

Il governo degli Stati Uniti è come il banchiere nel Monopoli in cui l’ emissione di valuta e di debito del governo è un ciclo chiuso, con tutti i debiti USA pagabili con la valuta degli Stati Uniti (che non ha limiti).

Allora, perché i sostenitori della MMT si sbagliato sui deficit? Perché esiste più di un gioco da tavolo a cui giocare.

Vale a dire, se il banchiere del Monopoli abusa grossolanamente dei suoi privilegi, gli investitori possono andare a giocare a qualche ALTRO gioco da tavolo. Possono scegliere di giocare a “Cluedo”, invece.

Scomponiamo i fattori:

  • Il banchiere del Monopoli non potrà “mai rimanere a corto di denaro.”
  • Ma il banchiere del Monopoli può anche abusare del sistema.
  • In risposta a ciò, gli investitori possono scegliere di giocare ad un gioco diverso.
  • Giocano ad una partita diversa, riducendo la loro preferenza per le passività degli Stati Uniti.

Perché i top manager degli hedge fund come David Einhorn, John Paulson e George Soros vanno aggressivamente long sull’oro? Perché in realtà stanno dicendo:

Signor Banchiere del Monopoli $USD, non ci piace il modo in cui stai abusando dei tuoi privilegi. Sappiamo che non è possibile che tu vada tecnicamente in default, ma percepiamo ancora che le tue azioni sono irresponsabili… e così abbiamo scelto di SMETTERE di giocare a Monopoli e andare a giocare a Cluedo (cioè, comprare oro).

continua…




Qualora l'articolo fosse di tuo gradimento, ti invitiamo a sostenerci mediante una piccola donazione cliccando l'apposito bottone in alto a destra nella pagina o sul banner sottostante.






    2 Comments

  1. Admin

    said:

    Ciao Alessandro, ti ringrazio per il commento.
    In primo luogo mi spiace che tu abbia risposto cosi’ alla fine di questo articolo per il semplice fatto che se leggi nel titolo vi è scritto “SECONDA PARTE” e non “ULTIMA”,
    avrei capito di più il tuo punto di vista se lo scrivevi dopo aver letto tutta la critica, non solo una parte che quindi non ti ha dato una visione globale della critica a tale teoria. Anche perchè se continui a leggere le altri parti ti accorgi che non è questione dei giocatori che si spostano al tavolo del Cluedo, e inoltre veniva troppo lungo l’articolo per unificare
    tutte le parti, si sarebbe fatto pesante.
    In secondo luogo non è affatto vero che ho sostenuto la MMT nel 95% dell’articolo, e se cosi’ sostieni è perchè non hai capito il senso dell’articolo perdonami; in quanto per meglio esplicitare i punti di disaccordo dovevo prima citarli, ma citarli non significa “sostenerli” ! .
    In ultima analisi vorrei ricordarti che la base su cui si fonda la Teoria Moderna della Moneta, non è una base da sostenere o meno in quanto essa è una tautologia contabile, ergo vera per essenza matematica. Il punto di disaccordo è l’interpretazione di tale visione incanalata nell’ambito economico certamente più complesso e con più variabili che non rientrano per loro natura stessa in un modello matematico.

  2. Alessandro

    said:

    Avete sostenuto la MMT nel 95% dell’articolo e alla fine l’unica motivazione che dovrebbe fare allacciare le cinture a Mosler e’ la metafora dei giocatori che si sposterebbero al tavolo del Cluedo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Captcha *

Bottom border