iForexFacile

Il portale dedicato a chi non si limita a SAPERE ma tende a CAPIRE…

   

Scadenza e instabilità dei rendimenti delle obbligazioni: il rischio di tasso di interesse

Tag icon

Published under Banche, Economia e dintorni

Clock icon

27 Novembre 2012

Comments icon

No comments

La consapevolezza che i prezzi delle obbligazioni a più lungo termine rispondono in modo più diretto alle variazioni dei tassi di interesse aiuta a spiegare un fattore importante relativo al comportamento dei mercati obbligazionari: i prezzi e i rendimenti delle obbligazioni a lungo termine sono più volatili di quelli delle obbligazioni a più breve termine. I cambiamenti di prezzo del +20 e -20% in un anno, con corrispondenti variazioni nei rendimenti, sono comuni per obbligazioni con scadenza a oltre 20 anni.

Vediamo quindi che le variazioni nei tassi di interesse rendono gli investimenti in obbligazioni a lunga scadenza abbastanza rischiosi, poiché il loro prezzo cambia in modo sensibile in risposta a una modificazione dei tassi. Questa considerazione è piuttosto importante e ci conduce al cosiddetto rischio di tasso di interesse, che può essere definito, nel caso dei nostri titoli obbligazionari, come il rischio legato alla variazione di prezzo delle attività detenute in portafoglio in risposta a cambiamenti dei tassi di interesse di mercato, la gestione del rischio di tasso di interesse è una preoccupazione primaria per i responsabili delle istituzioni finanziarie e degli investitori.

Cerchiamo di capire se il rischio di tasso di interesse coinvolge tutti i titoli obbligazionari o esistono situazioni in cui i titoli ne sono “immunizzati”. Nel caso dei titoli senza cedola, se la vita residua è uguale all’holding period gli investimenti non presentano alcun rischio legato al tasso di interesse, poiché il prezzo al termine dell’holding period è già fissato al valore nominale. Di conseguenza, per queste obbligazioni le variazioni nei tassi di interesse di mercato non avranno effetto sul prezzo al termine dell’holding period e il rendimento sarà quindi uguale a quello effettivo a scadenza (noto al momento dell’acquisto).

I titoli a breve termine con cedola, caratterizzati da holding period più lungo della vita residua dell’obbligazione, pure avendo meno rischi, ne presentano comunque uno non trascurabile, che nasce dal fatto di dovere reinvestire, a una certa data futura e a un tasso di interesse che non è noto ex ante, i proventi derivanti dal titolo.

 

Come aiutare gli investitori a scegliere il rischio di tasso di interesse? 

Poiché molti investitori desiderano conoscere a quale rischio di tasso di interesse sono esposti, alcune società di fondi comuni di investimento si propongono di informarli sui pericoli di questo rischio, nonché di offrire alternative di investimento che soddisfino le loro necessità.

Il Vanguard Group, per esempio, offre otto diversi fondi comuni obbligazionari highgrade (cioè obbligazioni emesse da società che hanno un buon rating). Nel suo prospetto informativo , Vanguard classifica i fondi in base alla scadenza media delle obbligazioni che li compongono e illustra l ‘effetto dei cambiamenti nel tasso di interesse calcolando la variazione percentuale sul valore dell’obbligazione derivata da un incremento e da una diminuzione dell’ 1% nei tassi di interesse. Tre di questi fondi investono in obbligazioni con scadenze medie da 1 a 3 anni, che secondo Vanguard hanno il più basso rischio legato al tasso di interesse. Altri tre fondi sono composti di obbligazioni con scadenze medie di 5 – 10 anni, per le quali Vanguard definisce iL rischio legato al tasso di interesse come “medio”. Due fondi si basano su obbligazioni a lungo termine con scadenze di 15 – 30 anni, che Vanguard classifica ad alto rischio legato al tasso di interesse.

Fornendo queste informazioni Vanguard spera di incrementare la propria quota di mercato nelle vendite di fondi obbligazionari. Non deve sorprendere, quindi, che Vanguard sia una delle società di maggiore successo nel settore dei fondi comuni di investimento.

 

Have a nice day, see you soon!

Salvatore Carrivale

 

 

 




Qualora l'articolo fosse di tuo gradimento, ti invitiamo a sostenerci mediante una piccola donazione cliccando l'apposito bottone in alto a destra nella pagina o sul banner sottostante.






    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bottom border