iForexFacile

Il portale dedicato a chi non si limita a SAPERE ma tende a CAPIRE…

   

Paradisi fiscali? Si grazie….

Tag icon

Published under Economia e dintorni

Clock icon

13 ottobre 2012

Comments icon

No comments

Chissà quante persone stanno cercando un porto sicuro per i propri risparmi visti gli altissimi costi fiscali che vanno sempre più salendo nei Paesi core di Europa visto il collasso dell’economia negli ultimi anni.

A chiunque si è posto la domanda di dove “parcheggiare” i propri risparmi, ecco che la società di consulenza KPMG specializzata in materia, offre una visuale globale sui Paesi disponibili ad accogliere il vostro denaro con una tassazione sicuramente più bassa di quella con cui combattiamo quotidianamente nel nostro Paese.

 

Il link della pagina con il quale sbizzarrirvi per vedere in quale Paese il carico fiscale è inferiore ( in parole povere meno tasse ) è questo qui:

http://www.kpmg.com/global/en/whatwedo/tax/tax-tools-and-resources/pages/tax-rates-online.aspx

 

Come riportato sul loro sito, si ha una media globale di imposte sui redditi divisi per aree geografiche oppure confrontabili tra Paesi e Paesi:

Si va per l’ Italia, Germania e Francia per un periodo che va dal 2005 al 2012, una tassazione intorno al 43-45% .

Per poi passare a Paesi diciamo “di più larga manica” come il Brasile (27%), Argentina (35%), Angola (17%), Repubblica Ceca passata ormai ad una tassazione del 15%, Honduras (25%) Ungheria (16%) ecc….

La lista sarebbe davvero lunga, prendetene atto voi stessi in caso.

Finiamo solo con i classici Paradisi Fiscali dove la tassazione è indicata allo zero% , dato da interpretare come semplicemente molto basso rispetto al resto del mondo:

Bahamas, Bahrain, Bermuda, Isole Cayman….




Qualora l'articolo fosse di tuo gradimento, ti invitiamo a sostenerci mediante una piccola donazione cliccando l'apposito bottone in alto a destra nella pagina o sul banner sottostante.






    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Captcha *

Bottom border